#

Curricolo e competenze

Verso obiettivi specifici di apprendimento

La Scuola Secondaria di I grado si è orientata in questo ultimo decennio verso l'insegnamento/apprendimento strutturato sul raggiungimento di livelli di competenza.

Le competenze individuate a livello europeo sono state recepite, attraverso un grosso lavoro di approfondimento e rinnovamento, dalla scuola italiana e, da subito, anche da questa scuola secondaria di primo grado.

La competenza è la capacità di metter in atto, verificandole, conoscenze ed abilità, in contesti e situazioni diverse secondo determinati obiettivi e finalità, valutando, anche in fieri, le fasi e il percorso.

Molte sono le definizioni che negli ultimi decenni è stata data di competenza e autorevolissimi pedagogisti, filosofi e formatori si sono interrogati ed hanno scritto su questo argomento.

Anche questa scuola ha recepito e fatti proprie, anche attraverso i diversi passaggi dei documenti ufficiali emanati dal MIUR, sia le indicazioni a livello nazionale (le ultime del 2012) sia tutta la problematici emersa in questi anni nel tentativo di cambiare la scuola media nella scuola delle competenze.

Per raggiungere questo obiettivo i diversi ambiti disciplinari hanno lavorato e riflettuto sul significato di competenza e sull'ipotesi della costruzione di un curricolo completo coerente e originale nelle soluzioni operative. In particolare si sono approfonditi due aspetti: il percorso che nelle singole discipline porta l'alunno e il docente, attraverso i contenuti e l'acquisizione delle abilità, ai traguardi disciplinari di competenza e poi al raggiungimento delle competenze curricolari ed esistenziali, e, in secondo luogo, un confronto serrato sui punti di contatto, di possibile collaborazione e di distinzione tra le diverse discipline nella formazione delle competenze.

Ciò ha fatto emergere anche molti interrogativi e criticità e nel tempo, il collegio docenti, si è avvalso della guida, consigli ed indicazioni di alcuni esperti (dott.ssa E. La Fede, dott.ssa L. Ferraboschi, prof. P. Triani)

Ne è derivato un impianto approfondito che distingue OSA (obiettivi specifici di apprendimento), traguardi disciplinari di competenza, dimensioni trasversali di competenza, e competenze chiave secondo la declinazione europea.

Questo lavoro di riflessione, formazione e ricerca del collegio docenti e dei diversi ambiti disciplinari, è un lavoro tuttora in fieri ed informa sia la fase progettuale, sia operativa sia quella valutativa.