Istituto Madonna della Neve di Adro


Istituto scolastico paritario con primaria, secondaria di primo e secondo grado
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
  • slide
La bacheca
Obiettivo 2000 voti [Oggi 29/9 ore 18.00, i voti sono 300]

Tre minuti. E’ il tempo necessario per esprimere un voto che può aiutare la nostra amica Adriana Formenti nella sua opera in Romania. Forse è più difficile dare tre minuti del tuo tempo (e se hai due o tre o più mail ti serviranno sei o nove o più minuti) che non dieci euro che si sfilano dalla tasca senza troppe fatiche: cosa che si può fare anche di corsa, all’ultimo minuto. Ma quei tre minuti significano che la cosa interessa, che quella persona mi sta a cuore, che ritengo il gesto importante, per cui posso sottrarre il tempo alla mia corsa continua di una giornata.
Tre minuti è la sfida che lancio a tutti. Perché tre minuti per 2000 voti sono 6000 minuti: vale a dire quattro giorni e mezzo. Impossibili da soli, ma possibili se ci mettiamo tutti insieme!
Di seguito un estratto della lettera che Adriana ci ha inviato.

Carissima/o,
Quest’anno Punto Missione ONLUS, mi ha candidato come “Volontario internazionale 2016” a un concorso organizzato da Focsiv (Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario). Il premio per il progetto del vincitore è di 20.000 euro. Una cifra considerevole che potrebbe aiutarci a sviluppare maggiormente il nostro progetto della Corte dei Colori a Sarbova in Romania.
In questo momento stiamo terminando la seconda casa per accogliere altre quattro ragazze e ci piacerebbe molto poter arredare la casa in modo che sia più accogliente e bella per chi ha passato la vita in un orfanotrofio romeno. Oltre a questo abbiamo bisogno di altre piccole attrezzature per la trasformazione dei prodotti dell’orto in modo da aumentare la possibilità di auto sostenerci e magari poter dare un piccolo stipendio alle ragazze che lavorano veramente tanto.
Punto Missione con i suoi responsabili, ha messo in questo progetto la sua professionalità, io nel mio progetto ho messo la mia vita e, in questa occasione, la mia “faccia”, ma questo non basta, abbiamo bisogno anche di te, che tu metta un po’ del tuo tempo, non più di 3 minuti e magari anche i membri della tua famiglia che quasi sicuramente una mail diversa dalla tua l’hanno. Se poi esageriamo e aggiungiamo qualche amico… Sai, il primo passaggio prevede che passino alla selezione della giuria i volontari che hanno il maggior numero di voti, se ci uniamo, potremmo farcela, ma abbiamo bisogno dei tuoi 3 minuti…
Se poi preferisci votare un altro progetto che ti piace di più, nessun problema, importante è votare!


Ecco le istruzioni per votare:

  1. CREA il tuo account personale http://premiodelvolontariato.focsiv.it/registratio... e accedi al sito. Puoi farlo con più caselle mail, se ne hai più di una.
  2. VOTA Adriana http://premiodelvolontariato.focsiv.it/participant/adriana-formenti/45/info. Se vuoi puoi verificare il filmato dove Adriana racconta della sua opera

Inutile dire che puoi allargare a tutti quelli che conosci l’iniziativa. Se supereremo i 2000 voti sarà una gioia più grande. Dimenticavo, ma è importantissimo: c’è tempo solo fino al 30 SETTEMBRE! Per ulteriori informazioni: http://www.puntomissioneonlus.org/iniziative-nazio...


P. Paolo - Direttore

Indignato!

Indignato!

E’ l’unica parola gentile che riesco a pensare e capace di descrivere i sentimenti di questi giorni.

La libertà di educazione è continuamente minacciata e messa in discussione dai provvedimenti dello Stato o dalle sue inadempienze. C’è qualcuno capace di spiegarmi come sia possibile essere chiamati a svolgere un servizio PUBBLICO (perché questo fa una scuola paritaria, poco importa se cattolica o no) e poi avere proprio chi ti dà questo mandato (nella fattispecie, lo Stato) scientemente posizionato nell’impedire tale servizio?

La nostra scuola ha aperto i battenti il primo settembre, per prepararsi ad iniziare il nuovo anno: ha convocato gli insegnanti, li ha fatti lavorare nella formazione delle classi prime, nella progettazione dei percorsi scolastici, ha pensato una formazione ad hoc per poter dar loro nuovi strumenti scientifico-pedagogici al fine di aumentare la cura e l’attenzione sui ragazzi, e poi… sono arrivati i risultati del concorso: per noi un furto legalizzato di docenti. Sì, perché senza dire nulla, dall’oggi al domani, si trattava di scegliere se sì o no, e di partire subito. Non stiamo parlando di sacchi di patate che puoi prendere e mettere dove vuoi, ma di ragazzi, del loro percorso formativo, del loro diritto ad avere una buona educazione. Così, un’insegnante che ha provato a chiedere l’aspettativa per poter condurre a termine un lavoro iniziato, si è sentita rispondere dalla Preside del nuovo istituto che non era una ragione sufficiente per concedergliela!

Oppure vogliamo parlare del fatto che lo Stato dà ai suoi docenti 500 € per attività culturali e formative, mentre ai docenti della scuola PUBBLICA paritaria non dà nulla. Siamo noi, che ci teniamo a dare formazione ai nostri docenti (che poi lo Stato ci rapina). Certo lo Stato dichiara di non avere soldi per tutti… E come mai riesce a recuperare 500 € per ogni ragazzo diciottenne? Si dice che è per favorire la cultura: speriamo sia così!

Ancora: che dire dei “soldi dati alle scuole paritarie” che non sono ancora arrivati per l’anno scolastico scorso. Cifra astronomica: ben 50 € per ragazzo del liceo (contro gli oltre 6500 che impiega per gli studenti delle scuole statali).

Di fronte ad uno Stato così abbiamo solo una strada: difenderci. Forse si potrebbero pensare azioni dimostrative, cosa da non scartare. Intanto racconto cosa facciamo noi.

  1. Reclutamento del personale. La valutazione dei curriculum è molto attenta e selettiva. Lo dimostra perfino il fatto che i docenti scelti lo scorso anno hanno vinto il concorso (in Lombardia circa il 40% è passato allo scritto).
  2. Team-working. E’ sicuramente un punto di forza della scuola, che permette anche una sostituzione senza creare eccessivi problemi. Se i docenti condividono metodi di lavoro, programmi, criteri di valutazione ed altro, si crea un team compatto e capace di affrontare ogni difficoltà.
  3. Formazione. E’ il di più che possiamo mettere sul piatto, anche da un punto di vista di qualificazione del docente (oltre che dell’istituto). E’ il vero e importante investimento che la scuola fa.
  4. Innovazione. E’ lo sguardo aperto sul futuro. In un seminario di studi a Bologna (maggio 2016) è stata presentata una relazione delle scuole che fanno innovazione e la nostra è nelle 300 selezionate. Basti pensare che in provincia di Brescia ne è segnalata solo un’altra e in quella di Bergamo sono sei quelle segnalate.
  5. Attenzione alla persona. Penso che ciascuno di voi possa documentare questo fatto, ad ogni livello. Perché i vostri figli ci stanno davvero a cuore. Come se fossero nostri figli. Ma, oso dire, perché sono davvero figli nostri.


p. Paolo De Carli - Direttore


ULTIME NOTIZIE

Uscite di inizio anno per tutte le classi (foto!)

Secondaria di I°

Prime: Zone - Bosco degli gnomi; Seconde: Borno - AdventureLand; Terze: Brembate - par…

Pubblicato il 28 set 2016

Iniziano i laboratori pomeridiani

Primaria

Dalla prima settimana di ottobre

Pubblicato il 27 set 2016

Ritiro abbigliamento sportivo

Istituto

Distribuito il 26/9; possibilità di acquisto il 3/10

Pubblicato il 26 set 2016

Festa dei nonni

Primaria

Domenica 02 ottobre 2016 - Prendiamoci del tempo per ringraziare

Pubblicato il 25 set 2016

Laboratori Teatrali pomeridiani

Secondaria di I°

Per la Scuola Secondaria di I grado iniziano i laboratori pomeridiani di Teatro, sotto la …

Pubblicato il 24 set 2016

Incontro con docenti e elezione rappresentanti

Licei

Viene offerta la prima occasione per incontrarci e prospettare la progettazione educativa …

Pubblicato il 23 set 2016

Accoglienza delle classi Prime

Secondaria di I°

Lunedì 12 settembre nella Scuola Secondaria di I grado erano presenti solo le Classi Prime

Pubblicato il 22 set 2016

Benedizione dei bambini

Primaria

Domenica 25 settembre alle ore 16 (accoglienza dalle ore 15,30) presso il Santuario Madonn…

Pubblicato il 21 set 2016

Primo giorno di scuola alla Primaria

Primaria

.

Pubblicato il 20 set 2016

Giocare all'arte con Christo

Primaria

Disponibile il libro “Giocare all’arte con Christo”, scritto a più mani da alcune docenti …

Pubblicato il 20 set 2016